Napoli, consigliere comunale aggredito durante riunione commissione:“Tu non si nisciun, cca cumman io”

Un gravissimo atto di prevaricazione, offesa per le istituzioni

Oggi durante una riunione di una commissione del consiglio comunale di Napoli che doveva occuparsi del progetto di riqualificazione del Polifunzionale di Piscinola sarebbe avvenuto un atto inqualificabile, una offesa per le istituzioni cittadine. Stando ad alcune indiscrezioni, l’intervento di Matteo Brambilla, capogruppo del Movimento 5 Stelle sarebbe stato violentemente interrotto dal consigliere di Dema, Claudio Cecere(ex Forza Italia). “Tu non si nisciun, cca cumman io”, “Tu non sei nessuno, qui comando io” – avrebbe urlato Cecere contro l’esponente pentastellato. Linguaggio da bullo di quartiere, di una persona con scarso senso delle istituzioni.  Gravissimo il silenzio, l’indifferenza degli altri consiglieri presenti, ovvero pubblici ufficiali, esponenti istituzionali. Pessimo esempio. L’episodio è stato denunciato da Brambilla sulla sua pagina di Facebook. “Oggi in commissione, un simpatico consigliere comunale, mentre io stavo discutendo del perchè, come al solito, i consiglieri comunali di minoranza vengano tenuti fuori dalle decisioni riguardanti importanti progetti su edifici comunali, si è messo ad urlarmi in faccia “Tu non si nisciun…cca cumman io riferito al fatto che nel quartiere “comanda” lui e io “non sono nessuno”. Faccio i miei complimenti pubblici al consigliere in questione, che oggi ha dimostrato un altro senso della istituzione che ricopre, e l’alto valore da lui attribuito alla partecipazione democratica alla vita politica della città da parte di tutti gli eletti del popolo. Mi raccomando, sempre, rivotateli”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest