Somma Vesuviana, piantagione di cannabis in un fondo agricolo: arrestato proprietario

Scoperto anche laboratorio per l’essiccazione e il confezionamento degli stupefacenti

Somma Vesuviana: carabinieri scoprono piantagione di cannabis e il laboratorio per essiccarla e confezionarla.
Un fondo agricolo nelle campagne e, tra frutta e ortaggi, una settantina di piante di cannabis indica dell’altezza media di circa 2,5 metri.
Sul fondo anche un fabbricato che era stato adibito a laboratorio per l’essiccazione e il confezionamento, con tanto di impianto di ventilazione e materiale per confezionare la droga in dosi.
La scoperta nel corso di indagini è dei carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna, con il supporto di colleghi dell’elinucleo di Pontecagnano. In arresto è finito il proprietario del fondo, il 28enne Rosario Nocerino, accusato della coltivazione illecita e della detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.
La piantagione era composta da 68 piante di peso lordo pari a 200 kg. Nel laboratorio sono stati trovati 70 grammi di marijuana in confezioni pronte per lo spaccio al dettaglio. L’arrestato è stato tradotto ai domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest