La 58enne incensurata ha picchiato la vittima e non le ha permesso di uscire per giorni

NAPOLI – I carabinieri sono intervenuti d’urgenza in via San Mandato, nei pressi di via Salvator Rosa, dove era stata segnalata una furiosa lite in abitazione.
Sul posto hanno accertato che una 58enne incensurata, a partire dalla serata del 1° agosto, aveva ospitato nella sua abitazione una amica 50enne di Marano di Napoli, ma che non le aveva più permesso di uscire, chiudendo a chiave la porta di casa e lasciando inserite le chiavi di proposito, per evitarne l’apertura dall’esterno. La padrona di casa aveva minacciato e picchiato la prigioniera ogni volta che tentava di avvicinarsi alla porta. La vittima è stata liberata dopo richiesta di aiuto pervenuta al 112 dai Carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo della Compagnia Stella insieme a colleghi del Reggimento Campania, con il supporto di Vigili del Fuoco di Napoli e del Nucleo Radiomobile di Napoli
I militari hanno fatto posizionare una autoscala all’altezza del balcone dell’abitazione, ottenendo la visuale dell’interno dell’appartamento e avviando una prolungata fase di mediazione. Nel frattempo si sono procurati una copia delle chiavi dell’appartamento custodita da familiari della 58enne e tramite cellulare hanno comunicato alla donna in ostaggio le istruzioni che le hanno permesso di liberare il chiavistello,
La 58enne è stata denunciata per sequestro di persona e minacce.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest