Consiglio comunale Napoli, bilancio finale presenti-assenti: in 3 al top, Lettieri sotto il 50%

Il conteggio fino a dicembre 2015: superano il 90% Giovanni Formisano, Amodio Grimaldi, Carmine Attanasio

Il numero totale è 135. Ed è quello delle sedute del consiglio comunale di Napoli dal 2011 al 2015. Le percentuali sono quelle conteggiate in base alla presenza in aula, consigliere per consigliere, in rigoroso ordine alfabetico. Ma se si considerano le cifre, a partire dalle più basse alle più alte, la classifica che ne viene fuori è la seguente. Numero uno con solo 18 presenze e il 18 di presenza al seggio di via Verdi, il consigliere Gennaro Esposito. Segue, al secondo posto, il consigliere Ciro Fiola: 27 presenze. Medaglia di bronzo per Gennaro Addio seduto in aula 49 volte con una percentuale di presenze pari a 36%. In tempo di campagna elettorale alle porte, i nomi cui si guarda di più sono quelli che spiccheranno per la corsa a sindaco e quelli che si riproporranno come consiglieri comunali. Fra questi, quello più “attenzionato”, per usare un termine in voga, è quello di Gianni Lettieri: il candidato del centro destra, stando al foglio delle presenze, ha varcato la soglia della sala del consiglio comunale 52 volte su 135, totalizzando il 39%. Tolti questi, i numeri tendono a salire e qualcuno, in verità, ha dimostrato di essere assai costante nello svolgere il ruolo che gli è stato assegnato dagli elettori. Fra questi, e tutti superano il 90%, ci sono Gaetano Troncone, Arnaldo Maurino, Carmine Attanasio e Giovanni Formisano. Consiglieri che, indipendentemente dalla coalizione o partito di appartenenza, non hanno fatto mancare la presenza nella sede della istituzione cittadina.

Barbara Tafuri

(Documento diffuso sul web dal consigliere Giovanni Formisano)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest