Topi d’appartamento, banda presa a Casoria

I cinque presi dopo un inseguimento

I cinque, mentre tornavano al campo nomadi a bordo di una Opel Astra, sono stati fermati dai carabinieri per un controllo, ma non hanno rispettato l’alt. Ne è nato un inseguimento durante il quale i militari sono stati speronati dai malviventi. Cinque rom sono stati arrestati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Casoria con le accuse di furto in abitazione, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. I cinque sono tutti domiciliati nel campo nomadi di via San Salvatore a Casoria e già noti alle forze dell’ordine. Si tratta di Rambo Mitrovic, 24enne, Miroslav Jor Djordjevic, 32enne, Franco Jovanovic, 25enne, Rados Jovanovic, 28enne e Malisa Jorgevic, 19enne.  I fuggitivi sono stati bloccati grazie all’intervento di altre pattuglie giunte in supporto. Una volta perquisiti, i militari hanno rinvenuto gioielli d’oro, bigiotteria, guanti, scaldacollo e numerosi attrezzi da scasso (un enorme martello, un piede di porco e giraviti). I gioielli sono risultati rubati poco prima nell’abitazione di una 30enne di Capua, cui la refurtiva e’ stata poi restituita. Gli arrestati sono stati tradotti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Sui sedili dell’auto una busta da lettere contenente un estratto conto postale, che i ladri hanno utilizzato per carpire nome e indirizzo della vittima.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest