Solidarietà e arte per gli asili dei villaggi di Kibijija e Uzi

Successo per l’iniziativa promossa dalle associazioni “Gocce d’Amore” e “Overline”

Le associazioni “Gocce d’Amore per i bambini dell’Africa Onlus” e “Overline”, si sono unite in un progetto di solidarietà e di arte per ‘regalare’ colore agli asili dei villaggi di Kibijija e Uzi e una speranza ai loro abitanti. Il progetto partito da Salerno ed arrivato a Zanzibar ha visto protagonisti i volontari delle due associazioni salernitane. L’incontro tra le due realtà – la prima attiva nel mondo del volontariato, la seconda in quello dei graffiti – è nato dalla volontà di realizzare disegni in alcuni degli undici asili che “Gocce d’Amore” ha costruito a Zanzibar per donare strutture più accoglienti agli alunni. Grazie al contributo di un artista dell’ “Overline”, infatti, sono stati raffigurati elefanti, leoni, polipi, stelle marine, lettere dell’alfabeto e cartine dell’Africa, tutti simboli in cui i bambini potessero riconoscersi. Inoltre, riciclando della plastica, sono stati costruiti dai volontari dei giochi che sono stati lasciati nelle scuole. ‘Gocce d’Amore’ si conferma così una solida realtà tanto sul territorio salernitano quanto su quello africano. Gocce d’Amore, infatti, con il suo impegno riesce a garantire lo stipendio alle maestre e un pasto ai bambini nonché la manutenzione periodica delle strutture. In questi giorni, inoltre, è partito un programma di assistenza medica negli asili di Zanzibar in collaborazione con l’Ong Zop Zanzibar Outreach che consentirà di realizzare un programma di visite mediche quadrimestrali.

Monica De Santis

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest