Rubano auto ad Orta di Atella: cittadino coraggioso li blocca e viene ferito, 3 arresti

I tre ai domiciliari. Dieci giorni di prognosi per l’uomo che ha bloccato uno dei fuggitivi

Decisivo per gli arresti l’intervento di un cittadino coraggioso. I carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Marcianise, in via Rodari ad Orta di Atella, nel Casertano, hanno acciuffato in flagranza di reato per furto aggravato, Giuseppe Bervicato, 37 anni, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, Salvatore Pinto 28 anni, e Francesco Bervicato Francesco, 55 anni, accusato anche di lesioni personali aggravate. Sono tutti residenti ad Orta di Atella.

I militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno notato un uomo a bordo di un’autovettura Fiat Punto che, con atteggiamento sospetto, stava trainando un’altra autovettura Fiat 500 con a bordo un altro uomo, entrambi seguiti a breve distanza da una terza persona a bordo di una Smart. Insospettiti dalla carovana, i carabinieri, hanno fermato i tre  per un controllo durante il quale il conducente della 500 è sceso repentinamente dall’auto dandosi a precipitosa fuga. Ma è stato prontamente bloccato anche grazie all’ausilio di un cittadino presente sul posto.

Il conducente della Smart, invece, si è scagliato contro il cittadino intervenuto in aiuto dei militari dell’Arma, aggredendolo fisicamente e procurandogli lesioni successivamente giudicate guaribili in giorni 10 giorni. L’aggressore subito bloccato ed identificato è risultato essere Francesco Bervicato, fratello di Giuseppe Bervicato, ed è stato condotto in caserma con gli altri due fermati.

Gli immediati accertamenti hanno permesso di appurare che la Fiat 500 risultava rubata qualche minuto prima ad Orta di Atella e, dopo il recupero, è stata restituita al legittimo proprietario.

Gli arrestati sono stati accompagnati agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest