Napoli, in manette pregiudicato del clan Sarno

Su di lui pendeva una condanna a otto mesi e sette giorni di reclusione per rapina in concorso

Ritenuto referente del clan camorristico Sarno, probabilmente non era a conoscenza che, dal 9 settembre, la procura della Repubblica di Genova aveva emesso nei suoi confronti un provvedimento per la carcerazione.  In carcere è finito il 35enne Francesco Terracciano, pluripregiudicato del Pallonetto di Santa Lucia. Sabato sera, girava indisturbato sul suo Honda Integra a Napoli. Gli agenti della sezione Volanti dell’Upg di Napoli, appena hanno notato sfrecciare quello scooter, nella centralissima via Toledo, hanno imposto l’alt al conducente. Terracciano, arrestato nel 2009 con altre 18 persone nell’ambito di un’operazione contro la potente cosca,  ha precedenti per associazione di tipo mafioso, estorsione, rapina e stupefacenti. L’uomo dovrà scontare la pena di otto mesi e sette giorni di reclusione per rapina in concorso con un’altra persona, commessa nell’agosto 2013 a Rapallo, in provincia di Genova, e pagare una pena pecuniaria di mille euro.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest