Il neo sindaco di Messina: “Mi ha telefonato Papa Francesco ” – L’angolo sticazzi

Cateno De Luca riceve dal pontefice l’apprezzamento per aver portato i fiori alla Madonna, e gli auguri alla comunità di cui è diventato primo cittadino: sentiamo di comprendere il perché

“Di processi ne ho già fatti 14, ora faremo il quindicesimo”. Non, non è Berlusconi a parlare ma Cateno De Luca, neo sindaco di Messina, quando a novembre viene spedito ai domiciliari con l’accusa di essere promotore di un’associazione per delinquere finalizzata all’evasione fiscale. Ma si sa, in Italia porta bene essere indagati per reati fiscali. E quindi ieri De Luca vince il ballottaggio, sbaragliando il candidato del centrodestra. E per ribadire il suo virginale candore, come primo gesto dopo la vittoria, va a portare i fiori alla statua della Madonna Immacolata alle spalle del Duomo di Messina. Forse la Vergine apprezzerà l’attenzione. Di sicuro, piace a Papa Francesco, che destina a De Luca una delle sue proverbiali telefonate.
“Mi ha chiamato Papa Francesco – rivela il sindaco – e mi ha detto di avere molto gradito il gesto che ho fatto e cioè avere deposto dei fiori alla Madonna prima di entrare al Palazzo Municipale”. “Papa Francesco – aggiunge Cateno De Luca – mi ha anche detto di sperare che anche altri politici prendano esempio dal mio gesto. Mi ha detto di recitare insieme un Ave Maria e ha salutato me augurando alla comunità di Messina ogni bene”. E sentiamo di comprendere il perché.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest