Circa un migliaio di persone sfilano in corteo contro il jobs act, il ddl scuola e lo Sblocca Italia. La manifestazione non è stata cancellata anche dopo l’annullamento della visita del premier

NAPOLI – il concentramento in vista del corteo “Statte a casa Renzi” è stato fissato per le  9.00 di questa mattina in Piazza Dante, poco distante dal centro pulsante della città. Intorno alle 9.45 il corteo prende avvio con un migliaio di partecipanti: comitati ambientali, usb, bros, autonomi, studenti, tutti uniti all’unisono per gridare,ribadire e ricordare un “no” secco al nostro primo ministro e istituzioni annesse. Sí perché questa mattina era stata fissata l’inaugurazione della fermata metro “Municipio”, poi rimandata in seguito ai fatti di ieri in Via Miano. Renzi doveva essere tra i presenti, ma per la seconda volta ha dato forfait. Ma dall’altra parte c’era un altro uomo, uno come tanti, un cassaintegrato della Fca di Marchionne (licenziato in seguito all’esposizione di un manichino ritraente l’ad di casa Agnelli impiccato; manifestazione a sua volta indetta in seguito all’ennesimo suicido che ha visto protagonista l’operaria Maria Baratto). In questi giorni Mimmo Mignano, ecco il suo nome, è restato da lunedì in sciopero della fame su di una gru nei cantieri di Municipio appunto per ribadire il suo “no” ad una politica industriale, e sociale, sempre più asimettrica e profittatrice. L’operaio ha anche simbolicamente tagliato il nastro del cantiere che oggi il premier avrebbe dovuto inaugurare. Questa mattina da Dante si è passati per Salita Tarsia, scendendo poi per Montecalvario e proseguendo fino a Piazza Carità (disposizioni comunali prevedono la chiusura di Via Toledo per le manifestazioni di ogni genere, purtroppo). La volontà è stata quella di passare per i quartieri “proletari” della città di Napoli come atto dimostrativo e solidaristico. Alla Napoli dei turisti, dei Cafe Mexico nei pressi dei cantieri, alla Napoli di Toledo si è vista sfilare, passare un’onda di un’altra Napoli che esiste. Quella del dissenso.

Vincenzo Perfetti

 

corteo_napoli2_ildesk
corteo_napoli3_ildesk

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest