Campania nella morsa di gelo e neve, allerta prorogata fino a dopodomani

Scuole chiuse e disagi alla circolazione nelle province di Salerno, Benevento e Avellino. Per le zone della Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, dell’alto Volturno e del Matese le nevicate saranno isolate e si verificheranno a quote superiori ai 400 metri

NAPOLI – Almeno altre 48 ore nella morsa di gelo e neve.La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di avverse condizioni meteo per nevicate e gelate che si verificheranno a partire dalle 9 di domani mattina e per le 24 ore successive. “Le precipitazioni nevose più abbondanti – afferma una nota, si verificheranno nel settore centro-meridionale della Campania: Alto Sele, Piana del Sele, Alto Cilento, Vallo di Diano e Basso Cilento, dove si attendono le maggiori quantità di neve. Per le zone della Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, dell’alto Volturno e del Matese le nevicate saranno isolate e si verificheranno a quote superiori ai 400 metri. Alla stessa altitudine, nelle zone della Penisola Sorrentina, Monti di Sarno e Monti Picentini, sul Sannio e sull’Alta Irpinia, potrebbero verificarsi invece nevicate anche su aree più estese”. Sull’intero territorio regionale si segnalano gelate persistenti a quote superiori ai 500 metri di giorno e, dalla sera, anche a quote inferiori. La Protezione civile della regione Campania raccomanda alle Autorità competenti di attivare o mantenere in essere le misure necessarie atte a contrastare il fenomeno, stabilite nei piani di emergenza per il rischio neve.

 

SANNIO E IRPINIA – Nel Sannio nevica anche a bassa quota. Oltre che nel Fortore e nell’Alto Sannio, la neve cade anche a Benevento. In città si sono già posati alcuni centimetri di neve. Il sindaco Fausto Pepe, in via precauzionale e per evitare disagi alla circolazione, ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Scuole chiuse anche in alcuni centri della provincia e in alcuni Comuni dell’alta Irpinia.  Lezioni sospese anche all’Università di Benevento. Già da ieri sera problemi di circolazione lungo le principali strade di collegamento in Irpinia e nel Sannio. I disagi maggiori per il tratto autostradale dell’A16 Napoli-Canosa, dove i mezzi spargisale hanno lavorato per la messa in sicurezza. nas comunica che, a causa di una bufera di neve sulla sede stradale, è stato provvisoriamente chiuso al traffico – in entrambi i sensi di marcia – il tratto compreso tra il km 94,000 e il km 104,000 della strada statale 212 ”della Val Fortore”, nei territori comunali di Sant’Elia a Pianisi e Ripabottoni, in provincia di Campobasso. I percorsi alternativi sono segnalati in loco. Personale e mezzi Anas sono al lavoro per ripristinare le condizioni di sicurezza della viabilità il prima possibile, compatibilmente con l’evolversi della situazione meteorologica. Contestualmente, sempre a causa delle avverse condizioni meteorologiche, attualmente il traffico è bloccato – in entrambi i sensi di marcia – lungo la strada statale 647 ”Fondo Valle del Biferno”, in corrispondenza del km 20,600, nel territorio comunale di Castropignano, in provincia di Campobasso, a causa di un mezzo pesante intraversatosi. Il traffico proveniente da Termoli viene deviato lungo la strada statale 647dir/B, mentre il traffico proveniente da Benevento/Isernia viene deviato sulla strada provinciale Fondo Valle Rivolo.

 

SALERNITANO – Neve, gelo e freddo anche in provincia di Salerno, tra Vallo di Diano e Valle del Tanagro. In diversi centri il ghiaccio crea difficoltà alla circolazione. Nel Vallo di Diano, i sindaci dei comuni di Teggiano, Monte San Giacomo, Padula e Sassano hanno emesso apposite ordinanze di chiusura delle scuole. Nel Tanagro, invece, gli istituti scolastici sono rimasti chiusi a Caggiano e San Gregoro Magno. Negli altri comuni le scuole sono semideserte. I volontari della protezione civile, già dalla serata di ieri, sono al lavoro con i mezzi spargisale per rendere più agevole la circolazione veicolare a rischio soprattutto sulla provinciale del Corticato, importante arteria che collega il Vallo di Diano con agli Alburni e l’alto Cilento. La circolazione automobilistica risulta, invece, regolare sul tratto autostradale dell’A3 che attraversa il Vallo di Diano.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest