Cambi ok, rimonta Napoli con la Sampdoria

I subentrati Lozano e Petagna ribaltano il match, dopo il vantaggio ospite di Jankto

Col carattere ed il fisico, più che col gioco. Ma il Napoli vince in rimonta con la Sampdoria, nel match dell’11cesima. Una prima speciale: la nuova denominazione “Diego Armando Maradona” dello stadio all’esordio in serie A. Gli azzurri ribaltano un match difficile, grazie ai cambi nella ripresa. Nella prima fase avanti i blucerchiati, in vantaggio col sinistro di Jankto, con la difesa apparsa sorpresa. Nel secondo tempo gli ingressi decisivi di Lozano e Petagna. Il messicano pareggia di testa su cross da sinistra di Mertens, imbeccato da Insigne, caparbio a riconquistare palla al limite dell’area. Lozano poi diventa assist man, seminando gli avversari sulla destra, e servendo una palla d’oro a Petagna. L’attaccante, a centro area, incorna per il sorpasso. Sono tre punti pesanti, per il Napoli (23 punti), ancora in scia della capolista Milan. I risultati confortano, per il gioco – ancora poco fluido – bisogna aspettare.

NAPOLI-SAMPDORIA 2-1 (0-1)

Napoli (4-2-3-1): Meret 6; Di Lorenzo 5.5, Manolas 7, Koulibaly 6, Ghoulam 5 (14′ st Mario Rui 6); Fabian Ruiz 5 (1′ st Petagna 7), Demme 5.5 (14′ st Bakayoko 6); Politano 5.5 (1′ st Lozano 7.5), Zielinski 6.5 (31′ st Lobotka 6), Insigne 6.5; Mertens 6. In panchina: Ospina, Contini, Maksimovic, Malcuit, Elmas. Allenatore: Gattuso 7
Sampdoria (4-4-1-1): Audero 6; Ferrari 6, Yoshida 6, Colley 6, Augello 5; Candreva 5.5, Thorsby 6, Ekdal 6, Jankto 6.5 (34′ st Damsgaard 6); Verre 6.5 (19′ st Ramirez 6); Quagliarella 5.5. In panchina: Ravaglia, Letica, Tonelli, Regini, Rocha, Silva, Askildsen, Leris, La Gumina, Gabbiadini. Allenatore: Ranieri 6
Arbitro: La Penna di Roma 6
Reti: 20′ pt Jankto; 8′ st Lozano, 23′ st Petagna
Note: giornata serena; campo in buone condizioni. Ammoniti: Thorsby, Ekdal, Colley, Di Lorenzo, Insigne, Mario Rui, Ramirez. Angoli: 7-5 per il Napoli. Recupero: 1′; 3′ 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest