Vertenza Anm, l’Usb: nessun pentimento

Dall’Unione sindacale di base riceviamo e pubblichiamo

In merito all’articolo del dottor Ciro Crescentini apparso sul “il desk”, quotidiano on line, l’Unione Sindacale di Base precisa che non intende annoverarsi tra i “sindacati pentiti”. Questa categoria può essere applicata, più agevolmente, ad altre sigle sindacali. L’USB ha firmato il 20 ottobre un Protocollo di Intesa “con riserva” perché non era persuasa dai contenuti espressi in tale documento. Abbiamo svolto una democratica consultazione tra i lavoratori tutti e preso atto del giudizio negativo che si esprimeva nelle assemblee tenute nei vari depositi abbiamo “sciolta negativamente la riserva”. Del resto le azioni politiche e sindacali che come USB stiamo mettendo in campo in queste settimane sono l’esemplificazione concreta della nostra posizione a difesa dei diritti dei lavoratori, degli utenti e la ferma opposizione a qualsivoglia progetto di privatizzazione e dismissione del carattere pubblico dell’ANM.

 

 

Pubblichiamo integralmente il comunicato dell’Unione Sindacale di Base. Riteniamo opportuno evidenziare che l’articolo non ha annoverato l’Usb come “sindacato pentito”. Nomi di sigle sindacali non sono state fatte. Tra l’altro, ci risulta che altre organizzazioni sindacali hanno preso le distanze dal protocollo d’intesa (Ugl, Cgil, sindacati autonomi). L’autore dell’articolo ha voluto evidenziare le anomale procedure adottate nel confronto sindacale tra Comune di Napoli e Anm utilizzando termini creativi come “firma con riserva di un protocollo d’intesa” e la successiva consultazione dei lavoratori Anm. Procedura mai adottata nella lunga esperienza storica di contrattazione del movimento sindacale italiano. Le organizzazioni sindacali non ricevono deleghe in bianco dai lavoratori ma devono tenere conto di vincoli di mandato. Non possono firmare accordi (comprese le intese con riserva) senza aver prima consultato i lavoratori. La mancanza di vere e trasparenti procedure di coinvolgimento democratico, la sottoscrizione di intese poco chiare, spesso producono danni devastanti per i diritti dei lavoratori (vedi accordo Napoli Sociale-Napoli Servizi). (Ciro Crescentini)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest