Tar apre le scuole di Calvizzano, bocciato il sindaco Pirozzi

I giudici amministrativi accogliendo il ricorso presentato da alcuni cittadini hanno evidenziato che il sistema di fruizione della Didattica a Distanza mediante turnazioni e rotazioni in percentuale delineato dall’Ente Locale è illegittimo

La quinta sezione del Tribunale Regionale Amministrativo ha accolto il ricorso presentato da alcuni cittadini di Calvizzano assistiti dall’avvocato Corrado Elia contro l’ordinanza del sindaco Giacomo Pirozzi che aveva disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. “Come nel caso di Marano e Villaricca, si conferma che, in assenza di situazioni documentate di reale criticitá, non è possibile assumere misure così gravi e lesive dei diritti dei giovani e delle loro famiglie – evidenzia in una nota il Coordinamento Scuole Aperte Campania – Il Tar Campania, infatti, ha riconosciuto le ragioni dei ricorrenti, rilevando che il comune di Calvizzano non presenta un incremento dei contagi tale da legittimare la adozione di provvedimenti restrittivi. Peraltro – continua la nota – il Tribunale ha evidenziato che il sistema di fruizione della Didattica a distanza mediante turnazioni e rotazioni in percentuale , che era stato delineato dall’Ente Locale è illegittimo perché non conforme alle modalità previste dal Decreto del consiglio dei ministri del 14 gennaio 2021 – conclude la nota – Pertanto, da domani si torna a scuola, anche sul presupposto che nel frattempo il Sindaco ha compiuto un passo indietro, revocando l’ordinanza di chiusura e, quindi, avallando ulteriormente le ragioni dei ricorrenti”

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest