L’annuncio: da domani percorribile un tratto autostradale di 25 chilometri tra i più trafficati d’Italia

NAPOLI – A 24 ore dall’inaugurazione dell’Ospedale del mare (non completato), lo sprint elettorale della giunta Caldoro partorisce un altro annuncio “storico”: la fine dei lavori sulla A3 Napoli-Pompei per la terza corsia, percorribile a partire da domani. I lavori sono durati solo undici anni e hanno interessato un tratto autostradale di 25 chilometri tra i più trafficati d’Italia, come sanno gli automobilisti campani, che almeno una volta della vita hanno maledetto l’inquietante arteria. Il costo dell’opera per l’allargamento è stato di oltre 500 milioni di euro. Grande soddisfazione, e non poteva essere altrimenti, manifesta l’assessore alla Protezione civile della Campania, Edoardo Cosenza, che considera l’apertura al pubblico “un traguardo fondamentale per l’intera regione e, soprattutto, per la zona rossa del Vesuvio” poiché si tratta “di un ampliamento determinante nell’ambito del Piano di evacuazione della zona rossa”. L’assessore ha ricordato che la regione ha dato il suo contributo “attraverso una forte azione di stimolo e coordinamento con i Comuni interessati per l’abbattimento dei molti viadotti trasversali che costituivano ostacoli all’ampliamento dell’autostrada” e ha annunciato che “la prossima sfida per la sicurezza dei cittadini della zona rossa e la viabilità rispetto al rischio Vesuvio è l’apertura del nuovo svincolo sulla A3 ad Angri/Scafati della SS 268 del Vesuvio”. Un’eruzione di annunci.

(Foto autostrademeridionali.it)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest