Protesta anti commissariamento, attivisti da Bagnoli a Roma: “Aderisca il consiglio comunale”

L’appello dalla consigliera Bismuto per la manifestazione del 23 settembre promossa dai comitati

Il 23 settembre prossimo gli abitanti di Napoli e dei quartieri flegrei scenderanno in piazza per contestare il commissariamento straordinario dell’area dismessa industriale di Bagnoli. L’iniziativa di lotta è stata promossa da una rete di associazioni e di comitati popolari. In favore della manifestazione scendono in campo le istituzioni locali. La consigliera comunale Laura Bismuto del gruppo “De Magistris sindaco” ha lanciato un appello agli esponenti consiliari della maggioranza e dell’opposizione per aderire alla protesta romana. “Bagnoli uno dei nodi, dei punti di svolta per il futuro della Città – si legge nell’appello lanciato dalla consigliera Bismuto – Davanti ad una delle più grandi violenze ed azioni antidemocratiche istituzionali, dopo decenni di speculazioni e promesse criminali, le forze popolari della Città si stanno mobilitando – continua la nota della consigliera Bismuto – Chi oggi rappresenta il territorio nelle istituzioni ha il dovere morale di sostenere con forza chi oggi lotta per i propri diritti. Oggi che rappresentiamo l’organo democraticamente eletto ed espresso dai nostri concittadini, dobbiamo fare emergere il nostro diritto e dovere di definire con la Città il nostro destino e la vita dei nostri territori”.

 

Un messaggio chiaro, eloquente per ribadire il ruolo, le funzioni degli organismi democratici. “Per questo chiedo a tutti i consiglieri del gruppo che rappresento ‘De Magistris sindaco’ di aderire formalmente alla manifestazione che si terrà a Roma per dire No al commissariamenti. Commissariamenti di cui paghiamo ancora le amare e salate spese nei conti del bilancio comunale. Paghiamo ancora il commissariamento per l’emergenza rifiuti – sottolinea la nota – Paghiamo ancora il Terremoto del 1980, fior di quattrini sottratti alla Città per decenni. Indebitamento cronico per far speculare amici degli amici senza mai risolvere nulla. Per Bagnoli oggi decide la Città. Sarebbe un segnale importante se il consiglio comunale aderisse, insieme alla decima municipalità, insieme ad attivisti e concittadini sensibili, in presenza e con la solidarietà di consigli municipali tutti, a questo presidio di iniziativa popolare – conclude la nota di Laura Bismuto – Sarebbe altresì bello se chi oggi in Consiglio rappresenta forze politiche parlamentari, il 23 settembre si adoperasse per far aprire le porte dei palazzi per far valere i diritti e prevalere di Bagnoli e la Città di Napoli”.

Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest