Paziente Covid dall’ospedale: “I politici solo nei talk show, niente risposte concrete”

L’appello di Ciro Zeno, poliziotto penitenziario residente a Frattamaggiore: “Ora serve agire, basta dare numeri. La vita umana è sacra”

Dal letto d’ospedale denuncia “l’assenza di risposta concreta da parte dei politici”. Il messaggio è di Ciro Zeno, poliziotto penitenziario, ricoverato nel reparto di pneumologia dell’ospedale Rummo di Benevento. “Sono Ciro Zeno residente a Frattamaggiore, considerata l’emergenza Covid-19 – spiega-, intendo metterci la faccia e dare la mia diretta testimonianza sull’ospite indesiderato direttamente da un letto di Ospedale. Questi giorni li sto passando collegato ai tubicini dell’ossigeno, ai sensori dei parametri vitali, al saturimetro, con un accesso arterioso al braccio sinistro. Il Covid è infido, è silente, ma fa il suo lavoro: non si ferma mai, si insinua negli interstizi polmonari, e ha un solo scopo, riprodursi, riprodursi, riprodursi. Meglio se in organismi giovani, freschi, dinamici”. Zeno specifica: “Mi racconto solo per spiegare quelle poche cose che vedo e capisco, da questa parte del fronte, dove la guerra si combatte sul serio, a differenza di chi continua a dare numeri”. Quindi rimprovera: “Bisognerebbe vedere, per capire cosa significa tutto questo. Ma i politici tutto questo non vogliono vedere né capire, e spesso si rifiutano di capire. Si sono già dimenticati tutto. Ecco il punto: ci siamo dimenticati tutto”. Nello sfogo, Zeno rievoca “le bare di Bergamo, i vecchi morenti e soli nelle Rsa, le foto simbolo di quei guerrieri in corsia stravolti dal sacrificio, i murales con la dottoressa che tiene in braccio l’Italia ammalata, l’inno dai balconi”. La chiosa è amara: “E allora rieccoci qui, nella prima come nella seconda ondata, a litigare sulle colpe, a contestarci i ritardi. Come se la tragedia già vissuta non ci fosse servita”. Il poliziotto raccomanda prudenza a tutti: “Le misure di sicurezza sono fondamentali, distanziamento sociale, evitare assembramenti e usare la macchina”. Ma anzitutto, lancia un appello: “Ora serve agire, i politici diano risposte concrete. La vita umana è sacra”.

Gianmaria Roberti

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest