In ospedale la giovane che ha chiamato i soccorsi. La vettura avrebbe abbattuto un muro di tufo

MONTE DI PROCIDA  – La Toyota Yaris, con le due 20enni a bordo, era in marcia diretta in centro. In una curva di via Panoramica, per motivi ancora da accertare, tra i quali non si escluderebbe un’andatura sostenuta, Valentina Schiano al volante ne ha perso il controllo. Così a Monte di Procida è iniziata la tragica sequenza dell’incidente in cui ha perso la vita la conducente ed è rimasta gravemente ferita l’amica, Annabella Di Meo. La vettura ha divelto un palo della luce, entrando nella vicina area di parcheggio, sfondando il muro di cinta e abbattendo la recinzione in ferro. La Yaris è scivolata per decine di metri lungo la scarpata sul versante di Miliscola. Durante la discesa entrambe le passeggere sono state sbalzate all’esterno della macchina. Erano appena passate le 13. Valentinia è deceduta sul colpo. Annabella ha dato l’allarme chiamando con il suo cellulare. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, militari della Capitaneria di porto e il 118. I soccorsi sono apparsi immediatamente complicati, al punto che è stato necessario anche la presenza di un elicottero. Le operazioni, durate un paio di ore, sono avvenute alla presenza dei familiari della vittima e dell’amica.   La giovane donna ferita è stata trasportata in ospedale. Il corpo di Valentina è stato invece portato al II Policlinico a Napoli, per essere sottoposto ad autopsia.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest