Fuorigrotta, uomo ucciso a coltellate in casa sua

Il 47enne incensurato trovato in una pozza di sangue nell’appartamento di via Caravaggio: raggiunto da fendenti alla schiena

Giallo in via Caravaggio a Napoli. Francesco Bosco, 47enne incensurato, è stato trovato morto, in una pozza di sangue, nella sua abitazione al parco Persichetti, nel quartiere Fuorigrotta. Il corpo presenta numerose ferite da punta e taglio alla schiena ed una lesione alla testa. A rinvenire il cadavere il cognato che, non avendo sue notizie, ha aperto la porta con un mazzo di chiavi che aveva in custodia. Il familiare ha quindi avvertito la polizia della scoperta.

 

LE INDAGINI A TUTTO CAMPO – Bosco era un ex tassista celibe, aveva lasciato il lavoro per problemi di salute di natura psicologica. Il corpo era nel disimpegno tra la cucina e l’ingresso dell’abitazione al civico 143 di via Caravaggio. Dai primi rilievi della polizia, emerge che l’abitazione non era a soqquadro né risultano segni d’effrazione.  La porta d’ingresso era chiusa, ma non a chiave. Da quanto si apprende, sembra che l’uomo fosse sul punto di vendere la casa. Le indagini procedono a tutto campo, per quello che al momento è un giallo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest