Duplice omicidio a Saviano, così le vittime attirate in trappola e trucidate – Video

Le immagini dei carabinieri ricostruiscono le ultime fasi dell’esecuzione di Francesco Tafuro e Domenico Liguori, avvenuta lo scorso 10 febbraio

Il Gip del Tribunale di Nola ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di  Domenico Altieri, Eugenio D’Atri, e Nicola Zucaro,  indagati per concorso nel duplice omicidio premeditato di Francesco Tafuro e Domenico Liguori, consumato lo scorso 10 febbraio nelle campagne di Saviano.

In un video la ricostruzione dei fatti. Secondo gli investigatori, nelle immagini si vede Altieri che con uno scooter va a Somma Vesuviana presso l’agenzia Intralot delle due vittime, parla con Tafuro e fissa l’appuntamento con D’Atri e Zucaro.

Attraverso immagini reperite dai Carabinieri della Compagnia di Nola durante le indagini, si osserva la ricostruzione delle fasi esecutive del piano per eliminare i due giovani gestori del centro scommesse, fino al bagliore degli spari.

Lungo il tragitto Altieri a bordo dello scooter fa da battistrada all’auto delle vittime. Al passaggio da un incrocio, si nota l’auto dei due presunti killer, D’Atri e Zucaro, accodarsi. In una stradina buia di campagna arrivano le due auto e lo scooter. Grazie alla telecamera di un sistema di videosorveglianza posizionata nei paraggi, appena le auto spengono i fari, si vede chiaramente il momento i cui vengono esplosi i colpi morali. Il movente del duplice omicidio sarebbe riconducibile a un forte debito di gioco contratto da D’Atri nei confronti di Tafuro e Liguori.

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest