Consip, teste accusa: “Cena segreta Romeo-Russo-Tiziano Renzi”. Il padre dell’ex premier nega

Il commercialista napoletano Alfredo Mazzei, amico dell’imprenditore arrestato: “Ebbi l’impressione che quella cena riservata servisse a parlare di strategie”

Tutti e tre si sedettero a un tavolo “in una bettola romana, una trattoria senza pretese”. Nel filone napoletano dell’inchiesta Consip spunta la testimonianza di Alfredo Mazzei,, commercialista napoletano, che in un’intervista al quotidiano “la Repubblica” parla di una cena segreta tra Alfredo Romeo, Carlo Russo e Tiziano Renzi. Parole già messe a verbale davanti ai pm di Napoli e anche quelli di Roma che hanno chiesto l’arresto dell’imprenditore napoletano, eseguito ieri. “Non avevano interesse a farsi vedere – afferma Mazzei – da quel che so Romeo entrò nel locale in maniera assai defilata”. Mazzei non era presente al presunto incontro ma ne sarebbe stato messo al corrente da Romeo, suo amico di vecchia data. “Da quel che mi disse Alfredo pranzarono o cenarono insieme. Romeo disse qualcosa che aveva questo senso: hai capito quei due…”. Mazzei spiega di non aver compreso il senso di quell’affermazione “ma ebbi l’impressione che quella cena riservata servisse a parlare di strategie”.

Sulla vicenda interviene Tiziano Renzi con una nota, per negare ogni circostanza. “Non ho mai fatto cene segrete in bettole in vita mia, come scrive qualcuno. Conosco effettivamente Carlo Russo – aggiunge – del cui figlio sono padrino di battesimo, ma leggo cose sui giornali di cui non so assolutamente nulla. Mi sembra di vivere un incubo”.  “Sono stato indagato due anni fa per la prima volta in vita mia e mi hanno assolto ma la notizia è – si sfoga il padre dell’ex premier – è stata riportata in qualche trafiletto. Spero solo che il giorno in cui tutto questo finirà ci sara’ lo stesso spazio sui giornali che c’è oggi. Vivo perché i miei nipoti sappiano che io sono quello che hanno sempre conosciuto e non ciò che i giornali scrivono oggi”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest