Campania, vaccini: De Luca vuole comprare Sputnik

 

Consultati 11 operatori economici risultanti allo stato potenziali produttori del vaccino

La Campania comprerà  il vaccino Sputnik. A portare avanti le trattative in queste settimane è stata la Soresa, società  per azioni partecipata regionale che elabora e gestisce per conto della Regione le operazioni di carattere patrimoniale, economico e finanziario in ambito sanitario. La Regione ha chiesto a Soresa “di acquisire, con la massima tempestività  consentita dalla vigente normativa, la disponibilità  da parte di società  farmaceutiche che abbiano prodotto vaccini anti Covid, già  autorizzati ovvero in corso di autorizzazione presso l’Ema e/o l’Aifa e già  in corso di somministrazione, in Italia ovvero in altri Paesi, europei o extraeuropei”, si legge nella determina.

Soresa, sussistendo le condizioni di cui alle procedure negoziate senza bando previste dal Codice dei contratti, ha avviato una consultazione con 11 operatori economici risultanti allo stato potenziali produttori del vaccino, invitandoli a manifestare la disponibilità  a fornire il loro vaccino alle condizioni rappresentate dalla Regione Campania. Il riscontro alla richiesta è stato trasmesso da un solo operatore economico che ha manifestato la disponibilità  alla fornitura di un vaccino anti Covid-19. Si tratta di Humane Vaccine, rappresentata da Rdfi Corporate Center Limited Liability Company, fondo russo, con la quale Soresa ha poi chiuso l’accordo per la fornitura delle dosi. Adesso bisognerà  – come si evince dalla determina – dare atto che, tenuto conto delle ragioni di urgenza, si proceda alla sottoscrizione immediata del contratto la cui efficacia resta sospensivamente condizionata al conseguimento delle autorizzazioni da parte degli enti regolatori (Ema/Aifa), e alla verifica positiva del possesso dei requisiti per procedere alle somministrazioni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest