Avellino: muore di parto bambina di Solofra, aperta inchiesta

Una bradicardia fetale acuta la probabile causa del decesso avvenuto all’ospedale Moscati. La madre ha riferito di aver chiesto inutilmente al primario e ai medici del reparto di intervenire con il taglio cesareo. Disposta autopsia

Martedì la partoriente è stata ricoverata. Ha riferito di aver chiesto inutilmente al primario e ai medici del reparto di intervenire con il taglio cesareo per far nascere la bambina. La Procura di Avellino ha aperto un’inchiesta sulla morte di una bambina, avvenuta durante il parto, all’ospedale San Giuseppe Moscati del capoluogo irpino. A presentare la denuncia ai carabinieri sono stati i genitori, due 30enne residenti a Solofra. La direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliera fa sapere che sarebbero stati rispettati i protocolli del caso: dopo tre tentativi di induzione al travaglio e avendo anche accertato la presenza di un’infezione, alla donna è stata somministrata una dose di antibiotico prima di portare a compimento il parto durante il quale la bambina è deceduta. Una bradicardia fetale acuta la probabile causa di morte. Il pm ha disposto l’autopsia e proceduto al sequestro della cartella clinica e della placenta. Da accertare se la morte sia avvenuta prima o dopo la nascita.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest