Arrestato il 19enne guidatore con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Per due poliziotti prognosi di 5 giorni

PORTICI – Una folle corsa per le vie di Portici, scattata dopo un controllo. Bilancio: due agenti feriti, una vettura della polizia danneggiata ed un arresto. Gli agenti del Commissariato Portici-Ercolano hanno fermato ieri sera Ciro Iengo, porticese di 19 anni, accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il giovane sarà processato oggi per direttissima. Tutto parte quando gli agenti notano in via Rossano un ragazzo salire a bordo di una Smart, alla cui guida c’era Iengo. Secondo la ricostruzione dei poliziotti in quel momento il 19enne aveva tra le mani alcune stecchette di sostanza solida di colore marrone, che sospettano essere hascisc. Il conducente, anziché scendere dall’autovettura come gli era stato intimato, è ripartito a tutto gas, cercando di investire due dei tre agenti che, per scansarsi, sono entrambi rovinati al suolo, procurandosi lesioni guaribili in 5 giorni.

Il terzo agente si è messo alla guida dell’auto di servizio ed ha inseguito i fuggitivi che, durante la fuga, si sono disfatti del materiale sospetto. Durante l’inseguimento la Smart avrebbe più volte speronato l’auto della polizia, cercando di buttarla fuori strada ma, al Corso Garibaldi è stata raggiunta e bloccata. Iengo è stato trovato in possesso della somma di 330 euro in banconote di vario taglio, mentre nella sua abitazione gli agenti hanno rinvenuto materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest