Neve, è ancora emergenza:  prolungata chiusura scuole di Napoli

 

 

Il Prefetto  Carmela Pagano, ha disposto il divieto di circolazione dei veicoli commerciali con massa superiore a 7,5 tonnellate

Il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris ha deciso di firmare un’ordinanza per la chiusura anche per la chiusura delle scuole anche per domani, Mercoledi 28 Febbraio e ha invitato i cittadini a non uscire per le prossime 24 ore, se non per motivi di emergenza, a causa del rischio gelate. Il primo cittadino partenopeo ha deciso di adottare il provvedimento dopo aver partecipato alla riunione del  Comitato per la sicurezza convocato in emergenza dal Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, per fare il punto sulle criticità emerse dopo la  nevicata straordinaria che si è abbattuta Napoli . “In natura non tutto si prevede, per le ordinanza dobbiamo rifarci alle informazioni di tipo scientifico e le previsioni meteo davano un clima totalmente diverso da quello con cui ci siamo svegliati stamattina. L’ordinanza di chiusura delle scuole è stata decisa a seguito della comunicazione della Protezione civile con cui sono confermate le condizioni meteo particolarmente avverse“ – ha dichiarato de Magistris al termine del vertice in Prefettura – “Siamo riusciti a ottenere da Autostrade un mezzo spargisale che tra circa due ore comincerà a operare fino a oggi pomeriggio. E’ importante perché è previsto molto ghiaccio. Si aggiunge ai mezzi più artigianali che abbiamo utilizzato. Il genio militare fornirà dei bobcat per liberare l’area Nord, così come siamo riusciti a ottenere la disponibilità da due ditte per carri attrezzi e gru per liberare le auto“. La fascia tricolore si è soffermato sui “difetti di comunicazione” tra le istituzioni nel gestire l’emergenza freddo. “Né il vicesindaco né alcune figure tecniche sono riuscite ad arrivare, la soluzione era complicata. Il comitato tecnico che si è riunito ieri aveva dato informazioni assolutamente rassicuranti, in base alle previsioni meteo si parlava di ‘colore verde’ -ha puntualizzato – Non c’erano indicazioni per emettere alcun tipo di provvedimento se non quelli adottati ieri sera. Stamattina, non perché ci abbia chiamato la protezione civile, ma empiricamente abbiamo verificato che c’erano condizioni uniche, credo che Napoli non abbia mai avuto a memoria una nevicata così forte, e allora abbiamo invitato le persone a non uscire se non strettamente necessario e disposto la chiusura di tutte le scuole. Siamo riusciti a ottenere da Autostrade un mezzo spargisale che tra circa due ore comincerà a operare fino a oggi pomeriggio – ha aggiunto – E’ importante perché è previsto molto ghiaccio. Si aggiunge ai mezzi più artigianali che abbiamo utilizzato. Il genio militare fornirà dei bobcat per liberare l’area Nord, così come siamo riusciti a ottenere la disponibilità da due ditte per carri attrezzi e gru per liberare le autoInvitiamo le persone da oggi fino a domani a non uscire se non strettamente necessario, perché sono attesi neve e ghiaccio e da quando non ci sarà più il Sole sarà pericoloso”.

 

 

Il Comitato per l’emergenza freddo si aggiorna quindi alle 17 di oggi pomeriggio per fare un nuovo punto della situazione e gestire le variazioni climatiche dopo il calar del sole. Intanto, alcuni servizi sono stati ripristinati.  Anm, l’azienda napoletana mobilità, informa che dalle ore 11.45 i treni della linea 1 metropolitana hanno ripreso a circolare regolarmente sull’intera tratta dopo lo stop delle ore 8.00 di stamani imposto dalle abbondanti nevicate. La situazione sta gradualmente ritornando alla piena normalità anche per la circolazione di bus e filobus in servizio dal centro alle periferie. Attiva anche la linea Alibus appena le condizioni del manto stradale lo consentiranno, anche le linee bus che servono la zona collinare/ospedaliera (ancora parzialmente inibita per presenza di ghiaccio) torneranno a funzionare regolarmente si stima entro la prossima mezz’ora.

Il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, ha disposto il divieto di circolazione dei veicoli commerciali con massa superiore a 7,5 tonnellate, ivi compreso il transito dei trasporti e veicoli eccezionali, sulla rete stradale extraurbana dell’area metropolitana di Napoli, con eccezione dei tratti autostradali e delle strade extraurbane principali (SS162 Acerra-Lago Patria, SS7 quater Domitiana, SS 7 bis Nola- Villa Literno), con decorrenza immediata e fino a cessate esigenze, salvo rivalutazione sulla base di costante monitoraggio in relazione all’evolvere del fenomeno. Sono esclusi dal divieto: gli automezzi che trasportano derrate alimentari deperibili in regime ATP, altri prodotti deperibili (ad esempio, frutta ed ortaggi freschi; carni e pesci freschi; fiori recisi; animali vivi destinati alla macellazione o provenienti dall’estero, nonché i sottoprodotti derivanti dalla macellazione degli stessi; pulcini destinati all’allevamento; latticini freschi; derivati del latte freschi; semi vitali);se già autorizzati dalla Prefettura competente, gli automezzi che trasportano prodotti deperibili diversi dalle tipologie già elencate, nonché i trasporti di assoluta e comprovata necessità ed urgenza, compreso il trasporto legato alle lavorazioni a ciclo continuo ed i trasporti di persone; i veicoli adibiti a pubblico servizio, compresi quelli impiegati in servizi di raccolta, trasporto e conferimento di rifiuti urbani, per interventi urgenti e di emergenza o che trasportano materiale ed attrezzi occorrenti a tale fine e quelli utilizzati dagli enti proprietari o concessionari di strade per motivi urgenti di servizio.

Abbondante nevicata sull’Isola d’ischia. Il Comune di Serrara Fontana coperto interamente dal manto bianco. E dopo 62 anni nevicata anche sull’isola di Procida che si è svegliata ricoperta di neve. Nel 1956 l’ultima nevicata, secondo quanto ha potuto ricostruire l’assessore Rossella Lauro.

 

( Fuorigrotta e Mostra D’Oltremare ricoperte di neve. Foto di “Fuorigrotta, Ieri, oggi e domani'” e di Donatella Chiodo)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest