Napoli, in 6 mila al concerto di solidarietà con la resistenza palestinese

Musicisti, attrici, scrittori, disegnatori e fotografi si sono avvicendati sul palco per lanciare una campagna di sostegno e di fondi per il popolo vittima dell’occupazione militare israeliana.


In seimila ieri sera al Palapartenope di Fuorigrotta per il concerto di solidarietà e sostegno alla resistenza palestinese. In barba al clima di censura violenta del Governo Meloni alle ire dei sionisti italiani, il concerto è andato tutto esaurito. Tutti occupati i 6 mila posti disponibili, un successo che in pochi si aspettavano. 

Fiorella Mannoia, 99 posse, Eugenio Bennato, Ciccio Merolla, Franco Ricciardi, Laura Morante e Ascanio Celestini e altri musicisti, attrici, scrittori, disegnatori e fotografi si sono avvicendati sul palco per lanciare una campagna di sostegno e di fondi per il popolo vittima dell’occupazione militare israeliana.  

Molto applaudito l’intervento introduttivo dell’ex sindaco di Napoli e portavoce di Unione Popolare, Luigi de Magistris: “sono orgogliosamente un cittadino palestinese, il governo italiano e gli altri governi europei sono complici del genocidio. Sosterremo la resistenza fino alla vittoria” – ha detto de Magistris.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest