Migranti, Mimmo Lucano rinviato a giudizio

L’11 giugno a Locri via al processo per il sindaco sospeso di Riace ed altri 26 indagati. Al primo cittadino contestati i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e abuso d’ufficio

Mimmo Lucano rinviato a giudizio, nell’ambito dell’inchiesta Xenia sulla gestione dei migranti. Dopo sette ore di camera di consiglio, il gup del Tribunale di Locri Amelia Monteleone ha letto la decisione per il sindaco sospeso di Riace ed altri 26 indagati. La data del processo è stata fissata per l’11 giugno, a Locri. A Lucano l’accusa contesta i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e abuso d’ufficio.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest