Migranti, Di Maio:  “Valutiamo sequestro Sea Watch poi migranti in Olanda”

Il Vice Premier ospite di Massimo Giletti a ‘Non è l’Arena’: “Nel prossimo consiglio europeo, i pentastellati porteranno il caso della Cfa, il franco delle colonie”

Il Vice Premier, Luigi di Maio a tutto campo. Ospite di ‘Non è l’Arena’ su La7 attacca senza mezzi termini i governi olandesi e francesi sul dramma dei migranti. “Siamo impegnati su due cose: sul produrre i documenti per sequestrare questa imbarcazione e sul far arrivare in Olanda queste 47 persone – sottolinea Di Maio – Il governo olandese è ambiguo se Sea Watch non batte la loro bandiera lo dica, vorrà dire che è una nave pirata e come tale sarà sequestrata”. Il vice Premier risponde senza peli sulla lingua alle critiche sollevate dal presidente francese Emmanuel Macron. “Prima di fare la morale all’Italia Macron dovrebbe liberare dal neocolonialismo francese gli Stati africani, perchè se quegli Stati li impoverisce poi quelle persone partono – evidenzia – Nel prossimo consiglio europeo, se si parlerà di immigrazione, porteremo il caso della Cfa, il franco delle colonie, e di tutti quegli Stati europei che impoveriscono gli Stati africani”. E non solo. Di Maio,  spiega: “Abbiamo denunciato una cosa rilevante questa settimana: la Francia stampa una moneta per i paesi africani che le consente di avere il diritto di prelazione sulle risorse che importa. Comprendo che a Macron dia fastidio la denuncia del governo italiano e del M5s”, ma “prima di fare la morale all’Italia dovrebbe liberare dal neocolonialismo della Francia gli Stati africani”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest