M5S, è scissione: lascia Alessandro Di Battista

Dura reazione dell’esponente dell’area originaria del Movimento

L’esito del voto sulla piattaforma Rousseau e la scelta del Movimento 5 Stelle di sostenere il governo con Draghi, Berlusconi, Renzi e Salvi già ha provocato i primi effetti. Alessandro Di Battista lascia il Movimento: “La mia coscienza politica non ce la fa più d’ora in poi non parlerò più come Movimento 5S”. “Ho grandissimo rispetto per la decisione degli iscritti – ha aggiunto – reputo gli attivisti e coloro che votano persone raziocinanti, persone perbene che non si lasciano influenzare. Il sì ha vinto col 60%, quindi zero polemiche. Allo stesso tempo però dico che le decisioni si devono rispettare quando si possono accettare. Anche in questo caso io le accetto ma non riesco a digerirle. La mia coscienza politica non ce la fa”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest