Consulta, via libera al cognome della madre per i figli

La corte costituzionale  ha dichiarato incostituzionale l’automatica attribuzione del cognome paterno, in presenza di volontà diversa dei genitori

La decisione è storica. La Consulta ha accolto la questione di legittimità costituzionale sollevata dalla Corte di appello di Genova sul cognome del figlio e ha dichiarato l’illegittimità della norma che prevede l’automatica attribuzione del cognome paterno al figlio legittimo, in presenza di una diversa volontà dei genitori. Via libera al cognome della madre per i figli nati nell’ambito del matrimonio. I giudici hanno riconosciuto la rilevanza della diversa scelta dei genitori.  Da adesso in poi padre e madre potranno dare il doppio cognome ai figli. In caso di mancato accordo il bambino terrà il cognome paterno. La corte costituzionale rompe l’impasse parlamentare:  la legge che attribuiva il diritto al doppio cognome è stata approvata dalla Camera due anni fa, ma da allora giace al Senato.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest