Tiro a volo in lutto, addio Roberto Scalzone: campione casertano e figlio d’arte

Aveva 57 anni ed era malato. Si è spento a Castel Volturno. Figlio del campione olimpico Angelo Scalzone, in carriera vantava diverse medaglie nelle competizioni internazionali

Lutto nel mondo del tiro a volo italiano e mondiale. A Castel Volturno si è spento Roberto Scalzone, 57 anni, figlio del grande Angelo Scalzone, medaglia d’oro all’Olimpiade di Monaco 1972.  Era malato da tempo. Roberto Scalzone aveva seguito le orme paterne, praticando il tiro a volo ad alto livello. Un testimone passato al figlio Angelo, oggi azzurro della specialità trap. Fra i tanti traguardi sportivi, Roberto Scalzone vanta il bronzo ai Mondiali di Lima 1997 e nella finale di Coppa del Mondo dello stesso anno a Montecatini, l’argento agli Europei del 1992 a Istanbul e le vittorie in Coppa del Mondo del 1991 a Seul e del 1997 a Brisbane. Conclusa la carriera agonistica, Roberto Scalzone aveva intrapreso quella di allenatore. Era stato anche ct della nazionale del Qatar, per diversi anni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest