Repubblica Ceca-Croazia, gol e violenza ultrà

Finisce 2-2 ma a 3′ dal termine dal settore dei tifosi croati piovono fumogeni in campo e scoppia un petardo, che stordisce uno dei pompieri. Gara sospesa per 5′

Repubblica Ceca-Croazia è un 2-2 pirotecnico non solo per quanto avviene in campo, con i cechi che rimontano da 0-2. Ma anche per l’esplosione di violenza sugli spalti del Geoffroy-Guichard di Saint-Étienne: a 3′ dalla fine dal settore dei tifosi croati piovono fumogeni in campo e scoppia un petardo, che stordisce uno dei pompieri intervenuti. La gara del girone D viene sospesa per 5′. L’Uefa aprirà una procedura disciplinare dopo gli incidenti.

 

REPUBBLICA CECA-CROAZIA 2-2 (0-1)

Rep. Ceca (4-5-1): Cech; Kaderabek, Sivok, Hubnik, Limbersky; Rosicky, Skalak (22′ st Skoda), Plasil (41′ st Necid), Krejci, Darida; Lafata (22′ st Sural). (16 Vaclik, 23 Koubek, 3 Kadlec, 4 Gebre Selassie, 9 Dockal, 11 Pudil, 14 Kolar, 15 pavelka, 17 Suchy, 20 Skalak). All: Vrba.

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Srna, Corluka, Vida, Strinic (45′ st Vrsaliko); Modric (17′ st Kovacic), Badelj; Brozovic, Rakitic (45′ st Schildenfeld), Perisic; Mandzukic. (1 Vargic, 12 L. Kalinic, 6 Jedvaj, 9 Kramaric, 15 Rog, 16 N. Kalinic, 18 Coric, 20 Pjaca, 22 Cop). All: Cacic.

Arbitro: Clattenburg (Ing)

Reti: 37′ Perisic al 37′; 59′ Rakitic; 76′ Skoda; 89′ Necid

Note: angoli: 11 a 2 per la CroaziaRecupero: 0′ e 4′. Ammoniti: Brozovic, Badelj, Vida e Sivok

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest