Olimpiadi Rio, countdown per il via. Pelé non sarà ultimo tedoforo: “Non sto bene”

Sono oltre 35mila le persone coinvolte per uno spettacolo che durerà circa 4 ore e sarà visto da 3 miliardi di persone. Ad accendere il braciere al Maracanà sarà l’ex tennista Kuerten. Federica Pellegrini portabandiera italiana

Quando in Italia sarà l’una del mattino partita la 31esima edizione dei giochi olimpici. La cerimonia di Rio perde un possibile primattore: Pelé si tira fuori, non sarà l’ultimo tedoforo. O Rei denuncia i postumi del ricovero patito ormai un anno fa. “Cari amici – spiega in una comunicato – solo Dio è più importante della mia salute! Nella mia vita ho avuto fratture, ambulatori, dolori, spettatori in ospedali, vittorie e sconfitte, e sempre nel rispetto di coloro che mi ammirano. La responsabilità delle decisioni è mia dove ho sempre cercato di non deludere la mia famiglia e il popolo brasiliano. In questo momento non sono in condizioni fisiche di partecipare all’apertura della Olimpiadi. E come brasiliano, chiedo a Dio che benedica a tutti di partecipare a questo evento e che sia un grande successo e completi in pace!”. Nella patria del futebol, ad accendere il braciere al Maracanà sarà quindi Gustavo Kuerten, amatissimo ex campione di tennis. Sono oltre 35mila le persone coinvolte per uno spettacolo che durerà circa 4 ore e sarà visto da 3 miliardi di persone. Federica Pellegrini, nel giorno del suo 28mo compleanno, guiderà in qualità di portabandiera la delegazione italiana. La suadra azzurra potrà contare su 144 donne (un record) e 165 uomini, per un totale di 309 atleti. In tribuna ci sarà Renzi, da mercoledì scorso in visita in Brasile.

(Foto Pelé/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest