Napoli, Osimhen positivo al Covid: bufera per la festa, sarà multato

Il calciatore sottoposto a test ieri, al rientro dal Belgio. Sui social ondata di critiche per i video del suo compleanno, datato 29 dicembre, dove balla senza mascherina e distanziamento. Il club e Gattuso furiosi

Una tegola e le polemiche segnano il capodanno del Napoli. Viktor Osimhen è tornato dal Belgio, è risultato positivo al covid19. L’attaccante nigeriano è ora nella sua casa di Posillipo, asintomatico ma in isolamento. A darne notizia è il club, specificando che il test all’attaccante era stato effettuato ieri pomeriggio, al suo rientro dall’estero. Il calciatore non aveva ancora incontrato il gruppo squadra. Osimhen era tornato oggi a Napoli da Anversa, dove da metà dicembre stava facendo terapie per la lussazione alla spalla. Un incidente subito a novembre con la nazionale, per il quale doveva sottoporsi a test di verifica sulla convalescenza. Ma sul calciatore si è anche scatenata una bufera sui social, originata dalla sua festa di compleanno. In Belgio, infatti, il 29 dicembre ha compiuto 22 anni, partecipando ad un party in suo onore, riportato su Instagram dal cantante Michael Golden. L’artista si esibiva mentre tutti ballavano intorno al calciatore senza mascherina e senza distanziamento. Lo stesso Osimhen non aveva il dispositivo di protezione. Da quanto si apprende, la società azzurra avrebbe fatto rilevare al calciatore l’imprudenza commessa, in un colloquio successivo al tampone. A quanto riferisce Sky sport 24, i dirigenti e l’allenatore Gattuso sarebbero furiosi. Per l’attaccante si profilerebbe una forte multa. Intanto, la positività frena nuovamente il suo percorso verso il rientro. Per l’Ansa, tuttavia, fonti del Napoli precisano che Osimhen ha terminato la fisioterapia. Al momento deve attendere la rivascolarizzazione dalla spalla, e fare allenamenti leggeri con la cyclette. Attività compatibile con l’isolamento in casa.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest