Mertens delude, il Belgio no: rimonta incredibile al Giappone

Mondiali, i Diavoli Rossi passano da 0-2 a 3-2 in 38′ minuti: nei quarti c’è il Brasile. La rete decisiva nel recupero. Esce l’attaccante del Napoli, autore di una prestazione sottotono

All’inferno e ritorno: il Belgio firma una rimonta incredibile sul Giappone negli ottavi dei mondiali. E nei quarti lo attende il Brasile, oggi vincitore (2-0) sul Messico. I Diavoli Rossi passano da 0-2 a 3-2 in 38′ minuti della ripresa. Delude però il napoletano Dries Mertens, sostituito da Fellaini quando la squadra è sotto di due gol. Il cambio si rivela decisivo, perché il giocatore di origine marocchina è autore del 2-2, dopo la rete di Vertonghen con una curiosa parabola di testa. Il gol decisivo arriva nel recupero grazie a Chadli, un altro subentrato.

(Foto FIFA World Cup/Fb)

 

BELGIO GIAPPONE 3-2

Belgio-Giappone 3-2 (0-0) in un match valido per gli ottavi di finale dei Mondiali di calcio in Russia alla Rostov Arena. Belgio (3-4-2-1): Courtois, Alderweireld, Kompany, Vertonghen, Meunier, Witsel, De Bruyne, Carrasco (20′ st Chadli), Hazard, Mertens (20′ st Fellaini), Lukaku (12 Mignolet, 13 Casteels, 3 Vermaelen, 20 Boyata, 19 Dembe’le’, 17 Tielemans, 18 Januzaj, 23 Dendoncker, 21 Batshuayi). All.: Martinez

Giappone (4-2-3-1): Kawashima, Yoshida, Nagatomo, H.Sakai, Shoji, Shibasaki (36′ st Yamaguchi), Inui, Haraguchi (36′ st Honda), Kagawa, Hasebe, Osako (2 Ueda, 6 Endo, 9 Okazaki, 11 Usami, 12 Higashiguchi, 13 Muto, 18 Ohshima, 20 Makino, 21 G.Sakai, 23 Nakamura). All.: Nishino

Arbitro: Diedhiou (Senegal)

Reti: 48′ Haraguchi, 52′ Inui, 69′ Vertonghen, 74′ Fellaini, 94′ Chadli

Note: angoli: 10-6 per il Belgio; Recupero: 1′ e 4′; Var: 0; Ammoniti: Shibasaki per gioco scorretto; Spettatori: 41.466

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest