Lazio-Napoli, Dazn debutta tra le proteste

Abbonati indignati per blocchi e rallentamenti nella trasmissione streaming della piattaforma. E sui social abbondano le ironie. All’origine dei problemi i troppi accessi

Per Dazn un esordio tra proteste e ironie degli utenti, in occasione di Lazio-Napoli, anticipo serale  della prima giornata di serie A. Durante la diretta i social network sono stati inondati di commenti indignati di abbonati alla nuova piattaforma, che trasmette in streaming sul web. Gli utenti denunciavano rallentamenti nella trasmissione, buchi, salti e il buffering, il fenomeno ravvisabile quando lo schermo rimanda un’immagine fissa. La società inglese, che si è aggiudicata i diritti di 3 partite a settimana della Serie A, garantisce che i problemi saranno risolti.  “C’è stato qualche piccolo problema di rebuffering all’inizio del secondo tempo – spiegano da Dazn – dovuto al gran numero di accessi”.

 

Ma mentre molto abbonati sono infuriati, temendo per le prossime partite, l’azienda usa toni trionfalistici.  “È stata una serata storica e di grande successo per la prima trasmissione di un match di Serie A su Dazn in Italia afferma una nota – Questo è stato l’evento live più seguito finora sulla nostra piattaforma a livello internazionale. Secondo i dati in nostro possesso stimiamo un significativo aumento dell’audience rispetto a quanto fatto registrare dalla stessa partita nella scorsa stagione. Abbiamo riscontrato un rilevante incremento delle registrazioni e degli accessi nelle ore e nei minuti precedenti al calcio di inizio di Lazio-Napoli, e il traffico sulla piattaforma è stato fluido. Purtroppo alcuni utenti hanno registrato delle interruzioni durante i primi 10 minuti del secondo tempo della partita. Siamo prontamente intervenuti risolvendo la situazione nel minor tempo possibile”. Disservizi che i tifosi partenopei sperano di non rivedere sabato, quando in serata è  programmata Napoli-Milan.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest