Augurò “nuovo Heysel” agli juventini, si dimette la docente di Barano

L’insegnante si era lamentata su Facebook del divieto ai tifosi del Napoli di andare allo Juventus Stadium per il match coi bianconeri

A pochi giorni dal big match dello Stadium, la passione gioca brutti scherzi. E sul suo profilo Facebook la donna aveva evocato un nuovo Heysel per i tifosi juventini, salvo cancellare il post. Ma senza rinnegarlo, innescando un polverone sui social. Ieri Fabiana Paciello, dottoranda in Germanistica e docente supplente all’istituto comprensivo “Anna Baldino” di Barano d’Ischia, ha inviato le sue dimissioni sulla scrivania della dirigente scolastica. La docente aveva protestato con un post per il divieto di trasferta ai tifosi azzurri. “Non vogliono farci andare allo Juventus Stadium – aveva scritto – perché si cacano sotto. E fanno bene, perché se ci girano le palle qua succede la seconda edizione dell’Heysel (per la cronaca io di quella gente non ho pena perché penso che se la siano andati a cercare)”. La professoressa si riferiva alla tragedia del 29 maggio 1985, quando prima della finale di Coppa dei Campioni Juventus-Liverpool a Bruxelles persero la vita 39 tifosi bianconeri. Fabiana Paciello aveva perfino motivato l’atto sopra le righe a “La zanzara” su Radio24, come una reazione ai cori razzisti che si levano anche nello stadio juventino. La donna si è poi anche cancellata da Facebook.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest