Soppressione tribunali per minorenni, allarme Camera Penale Minorile: “A rischio tutela prevista da Costituzione”

Giornata di audizioni alla commissione Giustizia del Senato

Soppressione dei tribunali per minorenni, giornata di audizioni alla commissione Giustizia del Senato.  “La soppressione delle procure autonome minorili, sostituite da sezioni specializzate nell’ambito della procura ordinaria, con un Aggiunto che coordini alcuni sostituti per il principio gerarchico che disciplina l’organizzazione delle procure, non potrebbe garantire ai minori la speciale tutela prevista dalla Costituzione”. L’allarme è di Mario Covelli, presidente nazionale della .

“Il ddl 2284 ora in discussione al Senato, che contiene anche le misure sui tribunali per i minorenni consente di superare – aggiunge Covelli – la tripartizione delle competenze tra tribunale ordinario, tribunale per i minorenni e giudice tutelare, che aggrava il lavoro degli uffici giudiziari e penalizza le parti, e assicura anche al procedimento civile in materia di minori e famiglia una procedura parametrata sul modello del giusto processo. Ma va detto che c’è un nodo da sciogliere che riguarda la magistratura requirente”.

“La soluzione proposta è quella mutuata dal modello del tribunale di sorveglianza, mantenendo comunque una procura minorile autonoma e separata da quella ordinaria. Su questa posizione – sottolinea Covelli – si sono espressi favorevolmente la dott.ssa Patrizia Esposito, presidente del tribunale per i minorenni di Napoli e il dott. Maurizio Barruffo, giudice presso lo stesso tribunale e la prof.ssa Clelia Iasevoli, docente di legislazione penale minorile alla Federico II, anch’essi auditi nella giornata di oggi in Commissione Giustizia”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest