Napoli, Coronavirus: de Magistris non rinvia la maratona

Respinta la proposta del consigliere Nino Simeone

Settemila iscritti di cui oltre millecinquecento stranieri, provenienti da ben 65 Nazioni estere tra le quali anche Nuova Zelanda, India, Argentina, Cina, Sudafrica, Malesia, Australia parteciperanno alla maratona di Napoli. L’evento partirà da viale J.F. Kennedy. Gli atleti attraverseranno il lungomare partenopeo, passeranno via Marina e via Reggia di Portici per poi tornare indietro attraverso il centro storico, con ritorno nuovamente a Fuorigrotta fino alla Mostra d’Oltremare. Considerata l’emergenza Coronavirus in tanti si sono posti la domanda sull’opportunità di rinviare, in via del tutto precauzionale, una gara che prevede la presenza di così tanti atleti ed ospiti da tutto il mondo, come dice anche Nino Simeone, consigliere comunale e presidente della commissione trasporti: “Oltre a sospendere le gite scolastiche fuori Regione ed aumentare i livelli igienico sanitari dei mezzi pubblici, si sarebbe dovuto sospendere anche la maratona di domani a Napoli. Sono attesi migliaia di atleti da ogni parte del mondo e sinceramente credo che se ne poteva fare a meno”. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, invece, ha deciso di confermare l’evento.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest