Mercato Napoli, cosa c’è e cosa manca

Le certezze azzurre: la sessione trasferimenti ha portato sinora calciatori di rendimento e prospettiva. Manca un centravanti in grado di non far rimpiangere Higuain

Dopo l’addio di Gonzalo Higuain il patron azzurro ADL sta cercando di ricucire il rapporto con la piazza partenopea acquistando quei pezzi mancanti di un gran bel “puzzle” che in questi anni si sta venendo a creare.

Tonelli, Zielinski, Milik e il tutto fare Giaccherini ecco i nomi che hanno impreziosito la rosa di mister Sarri per la stagione 2016/2017. Il mercato è ancora lungo e si cerca il vero sostituto del Pipita, si pensa a Kalinic o a Maurito Icardi, sono loro i nomi caldi in questa ultima tranche di calciomercato.

Gli acquisti effettuati sono di valore e di prospettiva e danno quelle alternative ai titolatissimi che sono sempre mancate.

Tonelli, grande leader difensivo con una media voto nella scorsa stagione pari a 6.7 meno solo del solito Bonucci e del greco Manolas della Roma; Piotr Sebastian Zieliński classe ’94 strepitoso centrocampista dai piedi buoni e dalla grande aggressività che potrà far rifiatare l’instancabile Allan; Arkadiusz Milik, noto anche con il diminutivo Arek classe’94 dovrà far dimenticare le gesta di Higuain, sarà lui il bomber azzurro.Il polacco in 52 presenze nell’Ajax ha siglato 32 reti, bel tiro da fuori e arciere dal passo veloce; Infine il jolly “anziano”, Emanuele Giaccherini che nell’ ultimo europeo ha corso più di tutti nell’Italia di Conte (12km a partita), velocista duttile che potrà ricoprire qualsiasi ruolo dalla metà campo in su.

Non è un Napoli Galactico ma potrà dire la sua nel campionato di Serie A vista la sua mediocrità.

I tifosi si aspettano il grande centravanti per vincere il famoso tricolore e per battere la vecchia signora ed il “traditore” Higuain.

Giovanni Pisano

(Foto Ssc Napoli/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest