Grazzanise, padre e figlio denunciati per uccisione e abbandono di animali

I due si erano barricati in casa. Rinvenuti cinque scatoloni in cui giacevano diversi uccelli

All’interno della casa dove i due si erano barricati, i poliziotti hanno sequestrato nove fucili da caccia legalmente detenuti. Nei pressi dell’abitazione sono stati invece rinvenuti cinque scatoloni in cui giacevano diversi uccelli e, in un appezzamento di terreno adiacente, quattro reti, tre richiami acustici, due altoparlanti, 16 stampi di plastica di anatre e pavoncelle. La Polizia di Caserta ha arrestato due persone, padre e figlio, a Grazzanise per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, denunciandoli inoltre per uccisione e abbandono di animali e furto aggravato. Gli agenti della Squadra mobile hanno liberato 14 volatili di specie protette: beccacce, barbagianni, gufi, assioli, capinere, gruccioni, che sono stati affidati al Presidio Ospedaliero Veterinario di Napoli per le cure del caso e la successiva liberazione.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest