Frattamaggiore, minaccia di far saltare in aria negozio: 26enne arrestato per estorsione

Il giovane è entrato in un calzaturificio della città e si è avvicinato a un operaio, minacciando che l’attività sarebbe saltata in aria se i titolari della ditta non avessero pagato al gruppo criminale

Secondo la ricostruzione dell’Arma, il 26enne è entrato in un calzaturificio e si è avvicinato a un operaio, minacciando che l’attività sarebbe saltata in aria se i titolari della ditta non avessero pagato al gruppo criminale e quindi dovevano rivolgersi “agli amici” per sapere quanto pagare. I carabinieri di Frattamaggiore hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso il 26enne Salvatore Lucaioli, del luogo, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto contiguo al sodalizio criminale attivo a Frattamaggiore e Frattaminore. I carabinieri sono intervenuti sul posto e, esaminati i filmati della sorveglianza, hanno identificato il presunto autore della tentata estorsione, rintracciandolo poi mentre era a passeggio e chiacchierava con degli amici. E’ stato sottoposto a fermo e, dopo le formalità, tradotto al centro penitenziario di Secondigliano. Il gip di Napoli ha convalidato il fermo della polizia giudiziaria e ha disposto la permanenza in carcere di Lucaioli.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest