Forcella: picchia la ex e quando esce dall’ospedale la pedina, arrestato

Le urla della donna, rifugiatasi in un portone, attirano una guardia giurata che allontana l’uomo, poco dopo bloccato dalla polizia. Perseguitava la vittima da 6 mesi

NAPOLI – E’ stato intercettato dagli agenti della sezione Volanti dell’upg. ed arrestato, dopo che aveva minacciato per l’ennesima volta la sua ex.

A Napoli una 41enne del quartiere Forcella, dopo essere stata violentemente malmenata martedì, tanto da ricorrere a cure ospedaliere per una frattura alla spalla, guaribile in 30 giorni, ieri mattina, è stata nuovamente perseguitata dal suo ex.

L’uomo, da circa 6 mesi, data in cui risale la fine della relazione sentimentale tra i due, stava perseguitando la sua ex compagna, minacciandola anche di morte se non fossero tornati a vivere insieme.

Dopo le lesioni riportate dalla vittima, nella mattinata di ieri, in Corso Amedeo di Savoia, è stata nuovamente avvicinata e minacciata dall’uomo. Inutile il tentativo della vittima di trovare riparo in un portone per sfuggire al suo ex.

Le sue urla, però, hanno consentito ad una guardia giurata, in transito nella zona, di rendersi conto di cosa stesse realmente accadendo. E’ stato grazie all’intervento della guardia giurata, infatti, che ha provveduto ad allontanare l’uomo, che la donna, sebbene in stato di choc, non fosse nuovamente vittima della sua violenza.

 La 41enne ha subito chiamato la polizia.

Gli agenti di una volante, ricevuta la nota diramata dalla centrale operativa della Questura,  ha rintracciato ed arrestato il 40enne, A.F., in Via Duomo angolo Via Forcella. Stamane, sarà giudicato con rito per direttissima, in quanto responsabile di atti persecutori e lesioni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest