Napoli Atalanta finisce 2-3: ora gli azzurri sono terzi, scavalcati dalle milanesi

Sette partenopei assenti per infortunio, rilancio dei bergamaschi in zona scudetto

Anche l’Atalanta corre per lo scudetto: lo ha dimostrato andando a battere il Napoli  allo Stadio Maradona per 3-2 e accorciando la classifica in vetta. Troppo netta la differenza in campo tra la squadra di Gasperini e la formazione che Spalletti riesce a mettere in piedi, imbottita di riserve e con diversi uomini in condizioni fisiche precarie. Ora i partenopei sono terzi, scavalcati da Milan e Inter, ma i bergamaschi sono al quarto posto a soli 4 punti dalla vetta occupata ora dai rossoneri.

L’Atalanta va subito in vantaggio al 6′ con Malinovskyi, poi il Napoli ribalta la situazione con Zielinski (39′) e Mertens (46′), ma la squadra di Gasperini non molla e capovolge ancora il risultato con Demiral (65′) e Freuler (70′).

 “Lo scudetto è un sogno per tutti, ma noi come sempre guardiamo partita per partita. A 10-15 partite dalla fine possiamo parlare di obiettivi, ora ne mancano tanti. Stiamo molto bene in questo momento, non era facile stasera, il Napoli è una squadra molto forte nonostante le assenze. Potevano anche pareggiarla alla fine“. Lo ha detto a Dazn il difensore dell’Atalanta Remo Freuler, autore di un gol nella vittoria della sua squadra.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest