Il Napoli regola il Rijeka con Diego nel cuore

Europa League, nel giorno dell’omaggio a Maradona gli azzurri si impongono 2-0. Sblocca una autorete dell’ex Anastasio, raddoppia Lozano

Nel giorno più triste, il Napoli fa il suo dovere, e regola il modesto Rijeka. Al San Paolo gli azzurri si impongono 2-0, nel quarto turno del gruppo F di Europa League. Prima dell’inizio, un minuto di silenzio per Maradona, in un’atmosfera più surreale del solito. Prima del calcio d’inizio, tutti i calciatori di casa indossano una maglia col numero 10 e il nome Maradona stampato sulla schiena. Il risultato si sblocca a fine primo tempo, con l’autogol dell’ex Anastasio. Il difensore mette in rete nel tentativo di anticipare Politano, servito da Zielinski. Il raddoppio nella ripresa, autore Lozano, scattato sul filo dell’offside su assist di Insigne. Il Napoli è in testa al gruppo con 9 punti, seguono Real Sociedad e Az Alkmaar a 7 (0-0 nello scontro diretto in Olanda) e a 0 il Rijeka.

(Foto UEFA Europa League/Fb)

NAPOLI-RIJEKA 2-0 (1-0)

Napoli (4-2-3-1): Meret 6; Di Lorenzo 6.5, Maksimovic 6, Koulibaly 6.5, Ghoulam 6; Demme 6.5 (24’st Lobotka 6), Bakayoko 6.5; Politano 6.5 (19’st Lozano 7), Zielinski 6.5 (19’st Insigne 7), Elmas 6 (24’st Mertens 6); Petagna 6 (36’st Fabian Ruiz sv). In panchina: Ospina, Contini, Mario Rui, Manolas. Allenatore: Gattuso 6
Rijeka (5-4-1): Nevistic 7; Tomecak 6, Velkovski 6, Galovic 6, Smolcic 5.5, Anastasio 4.5 (35’st Braut sv); Muric 6 (33’st Yateke sv), Cerin 5.5 (42’st Hodza sv), Loncar 6, Stefulj 5.5; Andrijasevic 5.5 (42’st Frigan sv). In panchina: Nwolokor, A. Frigan, Putnik, Raspopovic. Allenatore: Rozman 6

Arbitro: Halis Ozkhaya (Tur) 6
Reti: 41’pt Anastasio (aut), 30’st Lozano
Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Anastasio. Angoli: 5-4 per il RIJEKA. Recupero: 1′, 3′

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest