Piove insistentemente a Kiev, terreno di gioco allentato: Higuain spreca una favorevole occasione

KIEV – Per fare la storia, per raggiungere una finale che manca dal 1989. Il Napoli scende in campo a Kiev contro il Dnipro per ottenere il pass verso la finale di Varsavia dopo l’1-1 del San Paolo. Non sarà facile, perché gli ucraini hanno dimostrato di essere bravi a chiudersi, e la pioggia che si sta abbattendo in queste ore sulla città non aiuterà fli azzurri, che dovranno “fare” la partita. La formazione di casa avrà 70mila tifosi dalla sua, compresi quelli della Dinamo Kiev, mentre il Napoli potrà contare sul gruppo di 300 supporters arrivati eroicamente dall’Italia.

“E’ molto importante perchè tutti possono vedere la bellezza di Napoli ed una squadra a cui piace giocare il calcio e può anche vincere – ha detto Benitez al sito dell’Uefa – con il Valencia alla fine di un ciclo abbiamo vinto il campionato, vincere la Uefa era importantissimo per la città, era una doppietta con il titolo del campionato. E’ stato fantastico. Con il Chelsea – ha detto ancora Benitez – è stato ancora più importante perchè era una stagione difficile, io sapevo che andavo via, era per dimostrare la mia professionalità ed i giocatori sono stati fantastici, hanno lavorato fino alla fine”.

LE FORMAZIONI

DNIPRO (4-2-3-1): Boyko; Fedetskiy, Douglas, Cheberyachko, Matos; Kankava, Fedorchuk; Luchkevych, Rotan, Konoplyanka; Seleznyov.
NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, David Lopez; Callejon, Gabbiadini, Insigne; Higuain.
ARBITRO: Mažić (Serbia)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest