Il 48enne accusato di tentata rapina aggravata e porto e detenzione abusiva di arma da taglio

SALERNO – Paura in un bar di via Pietro del Pezzo a Salerno, per l’irruzione di un individuo che, con fare intimidatorio, pretendeva da una dipendente il danaro contenuto nella cassa ed i soldi nel suo portafogli.
Erano le 15 circa di ieri quando le urla della vittima hanno richiamato l’attenzione di un commerciante che si è prodigato per dare manforte.
L’aggressore, dopo aver desistito, ha minacciato il soccorritore ed è andato temporaneamente via per poi ritornare sulla scena, armato di coltello, ed avventarsi contro la persona che gli aveva impedito di portare a compimento la rapina.
La colluttazione è stata interrotta dal tempestivo intervento dei poliziotti della Sezione Volanti della Questura che hanno bloccato il malfattore, togliendoli dalle mani l’arma bianca, prima che potesse ferire qualcuno dei presenti.
Sulla base degli elementi raccolti, l’uomo, identificato per un salernitano di 48 anni,  già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti di Polizia, è stato arrestato per tentata rapina aggravata e porto e detenzione abusiva di arma da taglio. Come disposto dal pm di turno, è stato condotto presso la sua abitazione per essere sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa della convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest