Militari arrivati per le proteste dei cittadini sul volume alto: contestate la mancanza di autorizzazioni e violazioni al diritto d’autore

NUSCO – I militari sono intervenuti a seguito di alcune segnalazioni da parte di cittadini che lamentavano il disturbo della quiete pubblica per la musica ad alto volume ed il trambusto dei clienti.
A Nusco, durante una serata musicale, arrivano i carabinieri. Diverse le irregolarità riscontrate, secondo i militari della compagnia di Montella. Il titolare di un bar è stato denunciato per la presunta mancanza delle necessarie autorizzazioni ad organizzare l’evento, “ingaggiando” un deejay che diffondeva musica soggetta a tutela dei diritti d’autore. I carabinieri hanno rilevato che i brani musicali del suo repertorio risultavano scaricati illecitamente da internet. Per questo motivo, il portatile contenente circa 3000 file in formato “mp3” è stato sottoposto a sequestro penale. Il deejay rischia una ora sostanziosa contravvenzione amministrativa, atteso che la legge prevede 103 euro di sanzione per ogni brano “illecito”.
Sia il titolare dell’esercizio pubblico che il disc jockey sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Avellino.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest