Angelo Monte, 39enne di Marcianise, non aveva l’assicurazione: dopo il fermo del veicolo, ha aggredito e rapinato un uomo ma è stato bloccato durante la fuga

CAIVANO – Una storia inconsueta a Caivano, legata all’arresto per rapina aggravata di Angelo Monte, 39enne, di Marcianise già noto alle forze dell’ordine. Monte viene fermato da una pattuglia nella zona del parco verde di Caivano, dal controllo la vettura in suo possesso risulta priva di assicurazione, quindi scatta la contravvenzione e il sequestro amministrativo del veicolo (una opel corsa). Dati i precedenti dell’uomo, gli operanti lo accompagnano in caserma, negli uffici della tenenza di Caivano, per approfondire gli accertamenti. Ultimato il controllo Monte esce dalla tenenza ma, secondo la ricostruzione dei militari, probabilmente non gli va giù il fatto d’essere costretto a tornare a casa con mezzi pubblici o a piedi perché, dopo aver camminato per circa 500 metri, avrebbe notato un signore anziano accingersi ad entrare nella sua fiat punto.

Così non ci avrebbe pensato due volte a prendere un pezzo di legno e a colpire pesantemente alla nuca il malcapitato, facendolo cadere a terra. Velocemente sarebbe poi entrato nella Punto, mettendosi alla guida e partendo. La vittima però ha la forza di rialzarsi e aggrapparsi alla portiera lato guida. Con il proprietario appeso allo sportello, Monte avrebbe fatto un lungo tratto in retromarcia su un vialetto per guadagnare la fuga e liberarsi dell’uomo avvinghiato alla macchina. Ma sarebbe stato talmente impegnato a far cadere la vittima che va a sbattere a due auto parcheggiate, tanto da essere costretto a demordere dal tentativo di rapina e scappa a piedi.

Grazie alla tempestiva segnalazione telefonica ai carabinieri fatta da un testimone, una pattuglia del pronto intervento arriva dopo pochi secondi e blocca la fuga a piedi di Monte. Tornato in caserma dopo appena un quarto d’ora, questa volta Monte viene arrestato con l’accusa di rapina aggravata, e dopo le formalità di rito viene accompagnato presso il carcere di Poggioreale. Per fortuna le lesioni riportate dalla vittima della rapina non sono gravi.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest