Il ragazzino colpito ad una spalla non è in pericolo. Denunciato il 76enne

CASERTA – Nel corso del pomeriggio, a Caserta, via Tanucci, presso abitazione privata un 13enne, per gioco, ha imbracciato la carabina ad aria compressa, regolarmente detenuta dal nonno 76enne, esplodendo un colpo di nei confronti di un coetaneo, attingendolo alla spalla. Il bambino, trasportato dai genitori alla clinica di San Michele sita in Maddaloni, è stato sottoposto ad intervento chirurgico d’urgenza per l’estrazione dell’ogiva. Il piccolo non è in pericolo di vita. I carabinieri della Compagnia di Caserta hanno sottoposto a sequestro l’arma, mentre il 76enne è stato deferito per il reato di omessa custodia poiché non ha adoperato le necessarie cautele per evitare che il minore utilizzasse il fucile in questione pistola in questione.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest